Eventi a.s. 2017/2018
Eventi a.s. 2016/2017
Eventi a.s. 2015/2016
Eventi a.s. 2014/2015
Eventi a.s. 2013/2014
Eventi a.s. 2012/2013
Eventi a.s. 2011/2012
Eventi a.s. 2010/2011
Eventi a.s. 2009/2010.
con lo spettacolo "Falchera T.V.B."
Eventi a.s. 2008/2009.
con lo spettacolo "Lunga la strada...piccoli i passi"

Eventi a.s. 2007/2008
Progetto "THOT - il misuratore del tempo"
Spettacolo "Cavoli a merenda"
Spettacolo "Nella piazza di Marrakech c'era una volta..."
Giornata-incontro di formazione artisti Mus-e Torino
Spettacolo "Dietro la porta, il sogno"
Mus-e Torino a TELESUBALPINA
La Festa della Luce
5° incontro di formazione nazionale

Eventi a.s. 2005/2006.
con lo spettacolo "Filastrocche in giostra"
Presentazione del progetto "THOT il misuratore del tempo"
Il 12 giugno è stato presentato con ampia partecipazione di artisti, autorità, amici e sostenitori Mus-e, nell’affascinante atmosfera del “Deposito” della collezione di arte contemporanea di Francesca Cilluffo e Angelo Chianale, il Progetto THOT realizzato dagli artisti Mus-e Torino con la classi della scuola elementare Leone Fontana in collaborazione con il Centro di Produzione RAI di Torino e la Fondazione per le Antichità Egizie.
Agli ospiti, dopo la splendida cena, è stata fornita l’occasione di visionare in anteprima il DVD commissionato da RAI Segretariato Sociale e da Mus-e Italia nonché di festeggiare la professionalità e la passione del team che ha contribuito in maniera determinante alla realizzazione del progetto: la regista Enza Carpignano, gli operatori Stefano Ughetti e Manuela Gallizia, per la postproduzione Massimiliano Carnemolla, gli artisti Paola Chiama, Raffaella Giorcelli, Anna Mostacci e Oxana Mochenets e la Scuola Elementare Fontana.
Erano presenti alla serata Riccardo Garrone Presidente Mus-e Italia, Giovanna Cattaneo Incisa Presidente Mus-e Torino, Aldo Pellegrini Presidente Centro di Produzione RAI di Torino, Eleni Vassiliki Direttore Museo delle Antichità Egizie, Davide Gariglio Presidente Del Consiglio Regionale del Piemonte, Fiorenzo Alfieri Assessore alla Cultura Della Città di Torino.
L’Associazione Mus-e Torino ringrazia sentitamente Francesca Cilluffo e Angelo Chianale
per la squisita ospitalità.
Domenica 25 maggio ore 16,00 circa - Scuola Elementare Pestalozzi
Le classi 3A e 3C presentano :
"CAVOLI A MERENDA"
Uno spettacolo da gustare in/con tutti i sensi
A cura degli artisti:
Paola Chiama - Sara Ghirlanda


ATTO PRIMO
Apparecchiamo la tavola.
Intanto in cucina, qualcosa bolle in pentola.

ATTO SECONDO
La cena.
Scene di vita quotidiana da un
ristorante un po’ strano.

Menù
Primo piatto
Alcuni invitati rigorosamente vegetariani, persone assai per bene, rimangono turbati dal comportamento frenetico dei camerieri. Non apprezzeranno molto neppure gli ottimi Spaghetti al ragù

Secondo piatto
Camerieri o ballerini appassionati? Gli invitati, alle prese con una fame da leone, non intendono aspettare oltre. Chi mangerà, o meglio, chi sarà mangiato?
Le carni miste

Dessert

Se gli invitati hanno evidentemente esagerato con i dolci, anche i camerieri si sono permessi un bicchierino di troppo…
Torta gigante con spumante a volontà




ATTO TERZO
Buon appetito.
Merenda (vera) con le vivande preparate dalle mamme dei ragazzi.
Venerdì 30 maggio ore 16,30 - Scuola Materna di Corso Ciriè 3/A
I bambini presentano:
"NELLA PIAZZA DI MARRAKECH C'ERA UNA VOLTA UN PESCIOLINO D'ORO"
Fiaba nella fiaba fatta di Parole, Danze, Musiche e Ombre
A cura degli artisti:
U.De Marchi - A.Di Vito - A.Mostacci - C.Rosenthal
In una piazza d’Oriente piena di gente curiosa: acrobati, danzatori, viandanti, profumata di profumi di spezie, colorata di sete preziose, attraversata da musiche ecco compare un Pesciolino d’oro...C’è anche una Principessa vera con un re una regina e un principe Ranocchio.
C’è poi una magia che si avvera e tutto si rimescola in un’altra storia…E alla fine…Vedrete con noi.

Si ringraziano per la collaborazione tutte le insegnanti referenti dei laboratori
GIORNATA-INCONTRO di FORMAZIONE degli ARTISTI Mus-e Torino
Sabato 31 maggio 2008

"Aspetti estetici/etici ed educativi del progetto Mus-e"
Norma De Piccoli, docente di Psicologia Sociale e di Comunità, Facoltà di Psicologia, Torino
Angela Fedi, docente di Psicologia dei gruppi, Facoltà di Psicologia, Torino

-
ore 9,00 - 13,00: Sede Assiciazione Ginger Company - Via Plana 5
I partecipanti approfondiranno il tema attraverso esercitazioni e riflessioni in sottogruppi.
-
ore 14,30 - 16,30: Sede Scuola Elementare Tommaseo - Via dei Mille 15
In sessione plenaria, verranno condivisi i contenuti prodotti nel corso della mattinata.
Seguiranno discussione finale e conclusioni.

DIETRO LA PORTA, IL SOGNO
“Dietro la porta, il sogno “ è uno spettacolo che propone uno scambio, un gioco diretto con i bambini attraverso diversi linguaggi tra i quali la danza, la musica e l’arte visiva.
Recuperando i temi, l’immaginario e le trame della favolistica classica, lo spettacolo mette in scena, attraverso una lettura attualizzante, personaggi magici ed oggetti metaforici, attingendo tanto alla sfera del simbolico quanto alle immagini dei fumetti e della fantascienza.
Gli artisti coinvolti nel progetto provenienti da esperienze e linguaggi assai diversi, si sono incontrati sul terreno comune della didattica dell’arte, settore nel quale lavorano da anni conducendo laboratori creativi con i bambini e tutti appartenenti al team degli artisti del Progetto Mus-e.


A Torino i bambini Mus-e vanno a Teatro!
Mercoledì 5 marzo si sono concluse al Teatro Ragazzi e Giovani le 5 repliche dello spettacolo “Dietro la porta, il sogno” che ha visto spettatori quasi 2000 bambini, oltre la metà delle classi Mus-e torinesi intervenute insieme ai loro insegnanti. Nato da un progetto della danzatrice Paola Chiama, lo spettacolo si è rivolto direttamente ai bambini, attingendo a citazioni della cultura favolistica e più direttamente al loro immaginario: la Mela avvelenata, la Vecchia che fila la lana, l’Orco, il Guerriero…In scena gli artisti hanno giocato con il corpo, con le immagini, con i suoni, con gli oggetti in un’atmosfera magica sapientamente costruita, che  ha portato il pubblico, sempre molto attento, ad ascoltare, osservare e sognare. Gli artisti Mus-e Paola Chiama, Martin Mayes, Doriana Crema e Sandro Carboni. Si sono mossi quindi per creare stupore e meraviglia all’interno però di una stesura puntuale e rigorosa che ha saputo catturare i bambini e suscitare le loro domande. Le domande che i bambini hanno fatto agli artisti dopo la conclusione degli spettacoli sono state la testimonianza delle loro curiosità: i trucchi scenici, il significato simbolico di certe soluzioni, la provenienza degli oggetti, come si utilizzano gli strumenti musicali non tradizionali...Gli artisti seduti sul palcoscenico hanno risposto, ma anche stimolato i bambini sul senso e sul ruolo dei vari personaggi, perché le ombre, perché gli attori entravano e uscivano dalle tende...L’atmosfera di concitata attenzione e l’affetto da tifoseria verso gli artisti hanno connotato la naturalezza e l’intensità di questo scambio finale.
LEGGI LA RECENSIONE su La Repubblica
MUS-E A TELESUBALPINA
Il Progetto Mus-e Torino è stato presentato a TELESUBALPINA
mercoledì 16 gennaio 2008 nella trasmissione GIORNO PER GIORNO
dalle ore 12,30 alle ore 14,00.
Mus-e è stato inserito nello "Spazio per la cultura" delle ore 13,15.
LA FESTA DELLA LUCE 10-14 DICEMBRE 2007
Luci, suoni, colori!
Con lumini, canzoncine, pensieri, danze, disegni,
circa 3500 bambini di 131 classi delle scuole torinesi
del Progetto MUS-E, ricorderanno dal 10 al 14 dicembre
il giorno di Santa Lucia (13 dicembre) dando vita alla
“Festa della Luce” che da sempre è stata individuata
come momento simbolico di socializzazione e di condivisione del Progetto MUS-E.
Fin dall'antichità questo periodo dell’anno viene considerato un momento
magico e di grandissima importanza ed è festeggiato in molte parti del
mondo da molti popoli di religioni diversissime.
Questo giorno è il solstizio invernale e  per molti popoli rappresenta una
porta nel viaggio dall’anno vecchio all’anno nuovo, è considerato il momento
dell’anno in cui la luce rinasce, perché è nel buio che nascono la luce e la vita.

La luce come simbolo universale di profonda suggestione, essenza eterna che
regola ritmi e mutamenti del cosmo, è metafora della sapienza che guida i popoli verso un destino di pace e di solidarietà.
A questi valori si ispira il Progetto MUS-E che si propone, tramite il linguaggio dell’arte, la conoscenza delle altrui diversità, per imparare a viverle come una risorsa e non come un limite e rendere possibile l’incontro e lo scambio tra culture, valori e abitudini diverse, legate alla storia personale di ogni bambino. Attraverso questo progetto i bambini acquisiscono la conoscenza di se stessi e il rispetto per gli altri, con l’intento di porre le basi per una nuova società fondata sulla pacifica convivenza multietnica.
"La luce è un’energia luminosa che elimina la notte"
La “Festa della Luce” è stata realizzata in tutte le scuole di Torino grazie al contributo di IRIDE società per l’energia nata dalla fusione di AEM di Torino e AMGA di Genova. AEM attraverso la SIET ha sempre sostenuto il Progetto Mus-e Torino apprezzandone e condividendone gli obiettivi.
La Festa della Luce rappresenta inoltre per gli artisti del Mus-e Torino l’apertura al confronto con i colleghi che operano sulla stessa scuola.
Il lavoro collettivo di “scrittura” dell’evento scoprirà e creerà necessariamente linee comuni e complementari, al di là degli specifici linguaggi, fino alle lezioni aperte finali.
"La luce è vedere la gioia di una persona"
"La luce è avere una bella idea"
"La luce è anche una medaglia"
"La luce è una vita armoniosa: mamma, papà, zio, sorelle e fratelli"
Le nostre Feste della Luce sono dunque il risultato di queste sinergie, in ogni Scuola diverse a seconda degli specifici laboratori attivati, ma in ogni Scuola accolte e supportate da una grande disponibilità di insegnanti e bambini, catturati dal caleidoscopio delle proposte e da una grande partecipazione delle famiglie, consapevoli del valore  Progetto.
"La luce è una lampadina accesa"
"La luce è allegria: elimina la tristezza del buio"
"La luce è una lucciola che illumina la notte"

"La luce è non avere paura"
QUINTO INCONTRO DI FORMAZIONE NAZIONALE
11-14 ottobre 2007 presso "Mondo Migliore"
Rocca di Papa (Roma)
Approfondimento e Scambio tra gli Artisti di MUS-E Italia
“L'Interdisciplinarietà: l'integrazione delle arti”
.
Coordinatore Nazionale del Progetto: Anna Maria Guglielmino
Coordinatore Artistico Nazionale: Raul Iaiza
Città Mus-e: Bologna, Brescia, Catania, Chiavari, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Parma, Reggio Emilia, Roma, Siracusa, Torino, Venezia.

E V E N T I

L'arte per l'integrazione a scuola..............