Eventi a.s. 2017/2018
Eventi a.s. 2016/2017
Eventi a.s. 2015/2016
Eventi a.s. 2014/2015
Eventi a.s. 2013/2014
Eventi a.s. 2012/2013
 
 
 
Progetto "Il giro del mondo in 80 giorni"
 
Cerimonia di consegna del contributo Rotary Torino Nord Ovest
 
Spettacolo "Suoni - una storia di colori"
 
Calendario lezioni aperte
 
Spettacolo "Apriti Sesamo"
Mus-e al Sottodiciotto Filmfestival 2012
Formazione nazionale artisti Mus-e 2012
Eventi a.s. 2011/2012
Eventi a.s. 2010/2011
Eventi a.s. 2009/2010
con lo spettacolo "Falchera T.V.B."
Eventi a.s. 2008/2009
con lo spettacolo "Lunga la strada...piccoli i passi"
Eventi a.s. 2007/2008
Eventi a.s. 2005/2006
con lo spettacolo "Filastrocche in giostra"
Lezioni aperte a. s. 2012/2013
Tra il mese di aprile e il mese di aaggio, le 154 classi del Progetto Mus-e Torino concludono la loro attività con le lezioni aperte. Artisti, bambini ed insegnanti chiudono così il loro percorso comune, esperienza durata 26 ore per ogni laboratorio, quasi un intero anno scolastico.
Le Scuole in questo periodo diventano veramente “scuole Mus-e”: mostre permanenti degli artisti di Arti Visive nei corridoi, performances teatrali, spettacoli di danza nelle palestre, concerti nelle classi che, scosse nella loro regolarità di ritmi e orari, accolgono parenti ed amici dei bambini, che elettrizzati dimenticano la quotidianità aspettando il pubblico.
Le coppie di artisti che hanno lavorato sulle classi trovano nel momento finale la sintesi che dà il vero senso al Progetto. Molte lezioni aperte rappresentano la felice conclusione di progetti interdisciplinari di percorsi d’arte che hanno visto coinvolti gli artisti più esperti con la collaborazione di maestre molto disponibili ed impegnate.
Tra i tanti laboratori di grande qualità artistica, anche un nuovo percorso Mus-e: il
laboratorio di Cinema d’Animazione del maestro Vincenzo Gioanola realizzato con le classi 3A e 3B della Parini
VIDEO
"I funghi di Marcovaldo"
VIDEO
"L'origine del mondo"
VIDEO
"Rumori e colori"
VIDEO
"Pinocchio su pellicola"
Un racconto di Calvino illustrato dai bambini della 3A - Scuola Parini.
Tre miti sull'origine del mondo illustrati dai bambini della 3B - Scuola Parini.
Realizzato dai bambini della 3B - Scuola Parini/Aurora.
Realizzato dai bambini della 3B - Scuola Parini/Aurora.
Progetto "il giro del mondo in 80 giorni" - Monforte d'Alba 20-27 maggio 2013


Dal 20 al 27 maggio, 15 classi Mus-e di Torino hanno vissuto le esaltanti avventure del “Giro del Mondo in 80 giorni”.
Nel borgo antico di Monforte d’Alba trasformato nel “mondo intero” dai raffinati acquerelli di Elio Rizzo, i bambini hanno interpretato e vissuto le emozioni del racconto di Jules Verne.
Gli artisti della Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani hanno accolto i bambini che, come piccoli esploratori, hanno incontrato lungo il percorso una moltitudine di personaggi, scenari, mezzi di trasporto reali ed immaginari per andare lontano, per scoprire, per pensare.
E quale migliore linguaggio, se non quello del teatro, per rendere suggestiva un’esperienza educativa?
I bambini sono stati interpreti-attori, presentando le loro performance, conclusione dei laboratori d’arte Mus-e ispirati a “Il Giro del Mondo in 80 giorni”.
Le classi hanno rappresentato il viaggio con fantasia e originalità: canti, musiche e danze, treni, navi, mongolfiere, elefanti, tigri, sfarzosi e colorati costumi, stendardi, vele, maschere, hanno percorso e riempito le vie e le piazze del borgo in un’atmosfera gioiosa.
Ha concluso la loro giornata il divertente spettacolo “Il giro del Mondo in 80 giorni” allestito dalla Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani per la regia di Luigina Dagostino.

La brochure in pdf

CIRCUMNAVIGARE IL POSSIBILE - Lunedi 20 maggio – Classi 3A e 3B della Scuola Anna Frank
Artisti: Martin Mayes musica – Raffaella Giorcelli arti visive - Enrica Brizzi danza
Il viaggio di Phileas Fogg – figlio della nebbia – parte da Londra, la città che non è nota solo per le sue nebbie, ma anche per il quartiere dal quale si fa passare il meridiano 0 e dove sono conservati gli orologi di Harrison, i primi che hanno reso possibile ai naviganti il calcolo della longitudine. Londra è anche la capitale del paese che ha inventato la locomotiva. Come avrebbe potuto Fogg programmare la sua circumnavigazione senza questi segna-tempo?
GIRA IL MONDO GIRA - Martedi 21 maggio – Classi 3A e 3B della Scuola Leone Fontana
Artisti: Anna Mostacci teatro d'ombre – Maria Balbo danza - Marco Amistadi musica - Simona Balma Mion arti visive
Volete sapere il vero e semplice significato della parola progresso?...velocità?... parola che porta in fretta alla fine di ogni cosa e ogni luogo. Corriamo...corriamo per arrivare, per vincere una scommessa. Ma se ci soffermiamo un attimo ci accorgiamo di avere occhi per guardare, orecchie per ascoltare, matita per disegnare, una storia da danzare.
MOSTRA DEI LAVORI DEI BAMBINI REALIZZATI PER LO SPETTACOLO
DA UNO A OTTANTA - Mercoledi 22 maggio – Classe 2B della Scuola Alessandro Manzoni
Artisti: Alessandro Allera arti visive – Patrizia Panizza danza
Abbiamo scelto il gioco come metafora del romanzo di Verne, poiché ne sintetizza il senso di sfida e di voglia di conoscere. I bambini costruiranno in scena un una sorta di gigantesco gioco a tessere, ognuna delle quali rappresenta un giorno del viaggio. Giocando, esploreranno con la danza questo percorso ricco di sorprese, che cela al suo interno immagini suggestive.
IL GIRO DEL MONDO IN UNA STANZA - Giovedì 23 maggio – Classi 3A, 3B e 3C della Scuola Ambrosini Neruda
Artisti: Angelo Di Vito teatro e regia – Luisa Borio danza - Massimiliano Giai Bastè musica - Alessandra Odarda scenografie
Viaggio nel tempo e nello spazio, ma racchiuso tra le pareti di una cameretta come tante (col copriletto colorato e il cestino per la carta, il mappamondo e l'aquilone appeso al muro) che solo la lettura del romanzo può spalancare sul mondo al di là, pieno delle più incredibili meraviglie, ricco di tutte le diversità e aperto a innumerevoli esperienze. In scena, un susseguirsi di invenzioni, diventeranno metafora di tutte le sorprese, di tutte le scoperte, di cui è capace la mente sognante e libera dei bambini, dando vita alle tappe del più bel viaggio attorno al globo.
GIROTONDO IN 80 GIORNI - Venerdi 24 maggio - Classi 3B e 3C della Scuola Perotti
Artisti: Paola Chiama danza – Sara Ghirlanda scenorafie e costumi - Massimo Giovara teatro
Phileas Fogg e Passepartout, due personaggi così diversi e pur tuttavia complementari. Li abbiamo stilizzati, per giocare sulla coppia di opposti che incarnano in ogni ambito: grigio e colore, calma meditativa e frenesia d'azione, serietà e allegria, staticità e movimento, il grattacielo e l'acqua in cui si specchia, il regolo e la pasta del pane. Oggetti travestiti da costumi, costumi tra cui si mimetizzano bambini, pagine scritte da questi ultimi raccogliendo le parole rimaste per strada dopo il passaggio di Jules Verne e di Phileas Fogg, movimenti inconsulti benché precisi come un orologio. Una processione assurda almeno quanto la pretesa di girare intorno al mondo in 80 giorni.
SCOMMETTIAMO CHE VINCO IO - Sabato 25 maggio - Classi 2D e 3B della Scuola Silvio Pellico
Artisti: Luigina Dagostino teatro – Ada Mascolo arti visive – Patrizia Panizza danza
La scommessa, l'avventura, la scoperta di nuovi mondi sono gli elementi con cui i ragazzi giocano nel raccontare il “Giro del mondo in 80 giorni”. Partendo dai momenti più suggestivi del romanzo di G. Verne i bambini reinterpretano il viaggio mischiando il presente, il passato e il gioco fantastico scommettendo sul piacere di giocare con una storia così rocambolesca e affascinante.
DA UNO A OTTANTA - Lunedi 27 maggio - Classi 3A e 3B della Scuola Giovanni Cena
Artisti: Alessandro Allera arti visive – Alessandro Carboni teatro
Abbiamo scelto il gioco come metafora del romanzo di Verne, poiché ne sintetizza il senso di sfida e di voglia di conoscere. I bambini costruiranno in scena un una sorta di gigantesco gioco a tessere, ognuna delle quali rappresenta un giorno del viaggio. Giocando, esploreranno con la danza questo percorso ricco di sorprese, che cela al suo interno immagini suggestive.
   
Cerimonia di consegna del contributo Rotary Torino Nord Ovest - 16 aprile 2013
Martedì 16 aprile, all’hotel Sitea, si è tenuta la cerimonia di consegna all’Associazione Mus-e Torino Onlus del contributo deliberato dal Rotary Torino Nord Ovest per la realizzazione dei laboratori Mus-e in tutti i reparti dell’Ospedale Infantile Regina Margherita. Il Presidente del Rotary Torino Nord Ovest Dottor Marco Ferrato ha consegnato al Presidente di Mus-e Torino Professor Fiorenzo Alfieri l’assegno di 2.000 € ed il CERTIFICATEOF APPRECIATON della ROTARY FOUDATION OF ROTARY INTERNATIONAL. Il Presidente Alfieri, nel ringraziare il Rotary Torino Nord Ovest che sostiene Mus-e in Ospedale dal 2004, ha sottolineto l’importanza del Progetto per i piccoli ricoverati e per le loro famiglie.
Presidente di Mus-e Torino Professor Alfieri   Presidente Rotary Torino Nord Ovest Dott. Ferrato  
Spettacolo "Suoni - una storia di colori" - Teatro Cecchi Point - 5 aprile 2013
Nell’ambito del Progetto "Gli artisti Mus-e per i bambini Mus-e" presso il Teatro Checchi Point, si è svolto, in tre repliche, per 400 bambini delle scuole Mus-e il concerto-lezione “SUONI- una storia a colori” per sacchi al vento, tubi e acqua, del duo PoliErranti. I musicisti sono l’artista Mus-e Martin Mayes, corno delle Alpi e corno e Alberto Bortolotti cornamuse e zampogne. Il repertorio del concerto/lezione è composto da brani folk e rinascimentali, semplici e orecchiabili che hanno coinvolto il pubblico in un gioco di sonorità un po’ inusuali e di grande suggestione. I bambini sono stati affascinati dall'ascolto di strumenti musicali inusuali e ricchi di storia come il corno delle alpi, la cornamusa e la zampogna e sono stati coinvolti in esperimenti musicali con oggetti di uso quotidiano, tubi di plastica, bicchieri d'acqua e cannucce, palloncini e condotti attraverso un percorso tecnicamente prezioso, studiato per incuriosirli, affascinarli e coinvolgerli. Il concerto “SUONI- una storia a colori per sacchi al vento, tubi e acqua” non racconta una storia, ma è una storia per il semplice motivo che ogni oggetto sonoro (che sia strumento musicale o no) ha una storia propria da raccontare, una sua personalità da scoprire”- spiega Martin Mayes musicista, insegnante Mus-e ideatore del concerto. “Come la cornamusa è nata dall’ascolto del suono del vento, così anche acqua, cannucce e bicchieri di plastica possono servire come strumenti musicali per stimolare l’interagire dei bambini con i musicisti in uno scambio dove gli oggetti diventano anche simboli di trasformazione. Gli oggetti sonori non sostituiscono gli strumenti “musicali” ma aiutano a trasformare la nostra percezione di loro, del quotidiano e della musica che c’è dentro ognuno di noi, adulto o bambino che sia, perché la percezione della musica non ha età!
   
 
Calendario lezioni aperte a. s. 2012/2013
Spettacolo "Apriti Sesamo" - febbraio/marzo 2013
Spettacolo di danza e teatro creato dagli artisti Mus-e per i bambini delle classi Mus-e

Spettacolo/laboratorio per 54 classi delle scuole Mus-e
un'idea di
Simona Balma Mion e Paola Chiama
coreografia e danza
Paola Chiama
video animazione
Simona Balma Mion
effetti video interattivi
Massimo Giovara
musiche originali di
Marco Amistadi
LO SPETTACOLO
Un personaggio strano, simile a un folletto bianco, si muove dentro un mondo virtuale, gioca con oggetti inesistenti, nuota in un mare fatto solo di luce, danza con la propria immagine che si moltiplica sullo schermo.
Apriti Sesamo utilizza i linguaggi della danza e del cartone animato, con proiezioni sul corpo della danzatrice e sullo schermo e con tecnologia che permette l'interazione dal vivo tra proiezione e movimento, per creare un gioco di percezioni extra-ordinarie, fantastiche e illusorie. Per il bambino realtà esterna e fantasia non sono due mondi separati nella loro essenza, uno dotato di esistenza e l'altro no, come per noi adulti. Il bambino progressivamente impara a conoscere la differenza tra queste due dimensioni ma a lungo continua a essere in grado di attraversare la porta che le separa come se fossero le stanze attigue di una stessa casa.
Faccine ridenti e divertite, entusiasti applausi, partecipazione e coinvolgimento totale, 1500 bambini delle classi Mus-e hanno assistito gratuitamente allo spettacolo “Apriti sesamo” che l’Associazione Mus-e Torino ha offerto loro nell’ambito del Progetto “Gli artisti Mus-e per i bambini Mus-e". Le maestre hanno molto apprezzato l’iniziative che ha permesso ai bambini di vivere l’esperienza del teatro, unica per molti di loro.

 


Mus-e Torino al Sottodiciotto Filmfestival 2012
Concorso Scuole dell'Infanzia e Primarie
Si è tenuta a Torino, dal 6 al 15 dicembre 2012, la XIII edizione del Sottodiciotto Filmfestival organizzata da Aiace Torino e dalla Divisione Servizi Educativi della città.
Nella sala grande del Cinema Massimo, gremita di bambini festanti, martedi 11 dicembre si sono svolte la proiezioni dei DVD selezionati nella sezione per il Concorso Nazionale per le produzioni audiovisive realizzate dalle scuole dell’infanzia e primarie.
DANZE Dl COLORI E SENTIMENTI
Realizzato nei laboratori Mus-e
Regia, riprese, montaggio: Simona Balma Mion.
Soggetto, sceneggiatura, scenografia: alunni delle classi III A e III B della scuola Parini partecipanti al laboratorio Mus-e".
Animazione: alunni delle classi III A e III B, S. Balma Mion.
Musica: Paola Chiama, S. Balma Mion.
Coordinamento: Bianca Anselmo.
Produzione: Circolo Didattico G. Panni / Mus-e Torino Onlus.

Colore, astrazione e musica danzano attraverso disegni di espressioni e sentimenti elaborati dai bambini delle classi. In questo modo, le tinte, i segni grafici e i ritmi visivi e sonori possono esprimere i sentimenti meglio di molte parole.
Il percorso del progetto Mus-e ha lavorato su due laboratori interdisciplinari per creare, attraverso,un processo condiviso, uno spettacolo capace di unire elementi di cinema, teatro, musica e danza, stimolando la creatività espressiva e il protagonismo dei bambini.
Formazione nazionale artisti Mus-e 2012 - 10 e 11 novembre
Auditorium dell’IC Muratori- via Ricasoli 15
Sabato 10 e domenica 11 dicembre si è svolto a Torino l’incontro nazionale dedicato alla formazione degli artisti impegnati nel Progetto Mus-e. Primo della nuova impostazione di formazioni divise tra 5 sedi cittadine attraverso l’Italia, l’incontro a Torino ha visto presenti gli artisti locali e gli artisti di Milano e Savona per un totale di 70 persone circa.
I temi caratterizzanti di queste due giornate sono stati l’Arte come educazione e la didattica dei laboratori.
L’esperienza della molteplicità dei piani del sapere ha caratterizzato questo incontro, passato attraverso gli interventi dei vari docenti, diversi tra di loro e per questo includenti artisti di formazione diversa, di diversa età e diversa anzianità nel Progetto Mus-e. L’età, non solo anagrafica ma anche, segna spesso un divario significativo tra gli artisti, ma questa volta tutti con umiltà hanno accettato le proposte non soltanto per obbedienza, ma con sincero interesse.

Docenti:
Marco Dallari – Area Arti Visive
Patrizia Conti – Area Musica
Michele Abbondanza – Area Movimento

Marco Dallari con un lungo intervento durato la mattinata ha parlato della portata emozionale dell’esperienza artistica. Attraverso proiezioni e slides ha presentato l’opera di grandi maestri che hanno utilizzato l’esperienza artistica come processo educativo.
Patrizia Conti ha scelto di farci ascoltare la Musica. Questo intervento ha invitato gli artisti ad interrogarsi sul significato delle proposte fatte, sulle metodologie dei laboratori, ricordando che la capacità di ascolto va educata proponendo repertori sempre più ampi e coraggiosi.
Michele Abbondanza ha lavorato con il gruppo degli artisti tutta la mattina della domenica offrendo la proposta del suo percorso senso-motorio: dalla stasi al movimento espressivo. Ha affrontato la difficoltà di proporre il movimento a persone con esperienze e abilità diverse, senza annoiare gli uni e/o frustrare gli altri. Puntuale trasposizione di quello che avviene in una classe.

E V E N T I

L'arte per l'integrazione a scuola..............